Il carrello portautensili rappresenta uno degli elementi chiave per mantenere alta l’operatività nell’officina automotive, perché permette di tenere a portata di mano tutto il necessario per poter intervenire sul mezzo. Per questa ragione, i parametri che guidano la scelta di questo essenziale arredo funzionale dello spazio di lavoro dovrebbero essere sempre valutati con la massima attenzione.

Ma quali sono le caratteristiche di un carrello portautensili realmente performante, in grado di incrementare la qualità e rapidità nell’esecuzione del lavoro?

Vediamo insieme le principali.

Le caratteristiche del carrello portautensili ideale

Il carrello portautensili ideale dovrebbe innanzitutto essere capiente e resistente, presentare una struttura stabile e facilmente movimentabile all’interno dello spazio, offrire ruote frenanti e pivotanti e superfici antiusura, e comprendere al proprio interno diversi elementi, come cassetti e ripiani capienti.

In questo senso, risulta essenziale indirizzare la propria scelta verso un carrello portautensili realizzato in solida lamiera e in grado di resistere adeguatamente a sollecitazioni molto normali nell’ambiente-officina, come urti, graffi, rovesciamenti o contatto con oli e acidi.

D’altro canto, questo importante elemento d’arredo dovrà essere facilmente mantenibile e non richiedere eccessivi interventi per mantenere alta la propria funzionalità, facilmente pulibile con i più comuni detergenti e garantire capienza all’interno di vani e cassetti e a livello di ripiani. Dovrà infatti contenere strumenti di lavoro fondamentali quali tronchesi, pinze, spinotti, cavi, stracci, strumenti di misura, pistole termiche e i più diversi elementi di minuteria.

La stabilità è un altro fattore chiave per un carrello portautensili di ottima qualità: ruote semoventi che si muovono in modo pratico e fluido migliorano la facilità di spostamento del carrello e, attraverso opportuni sistemi frenanti, permettono di bloccarlo nel punto più comodo all’interno dell’area di lavoro, senza timore che scivoli via.

La proposta Quadra Planning per un carrello portautensili di eccellenza

Nella strutturazione e progettazione di ambienti automotive ad alta performance, Quadra Planning non soltanto propone la migliore attrezzatura di lavoro, ma anche mobilio di alto livello e di qualità italiana, firmato DEA Worklab.

In termini di carrello portautensili, le opzioni disponibili sono davvero numerose e includono una gamma completa in grado di soddisfare le più diverse esigenze estetiche e funzionali, garantendo tanto l’alto livello di performance che è tipico degli allestimenti Quadra Planning, quando il design di gamma che caratterizza tutte le soluzioni a firma DEA Worklab.

Le linee di prodotto messe a punto da DEA Worklab per il carrello portautensili sono tre:

  • LINEA 90: è relativa a carrelli portautensili con altezza 90 cm e variabili per larghezza, configurazione e accessori. Include modelli con carrelli singoli da 3 fino a 7 cassetti, carrelli da un modulo e mezzo a 5 o 6 cassetti e strutture portapezzi di diverse dimensioni, sia con schienale che aperte.
  • LINEA 110: si riferisce a carrelli portautensili di altezza 110, sia singoli con 6, 7 o 8 cassetti, che da un modulo e mezzo a 6 o 7 cassetti, che a carrelli portapezzi di varie larghezze, sia con schienale che aperte.
  • LINEA 200: è la linea DEA di carrelli portautensili con altezza 200 cm, pensati per esigenze di stoccaggio in magazzino e per l’organizzazione di pezzi di ricambio di diverse dimensioni. Il carrello portautensili/portapezzi alto due metri comprende 3 ripiani rivestiti in ABS antigraffio a tre livelli diversi, oltre che una struttura di chiusura sulla parte posteriore.

Richiedi subito la consulenza degli esperti Quadra Planning per l’organizzazione dei tuoi spazi di lavoro.